in

Nel Cesenate sono 46 i sanitari no vax sospesi



Resta invariata la percentuale di somministrazioni di prime dosi nel comprensorio di Cesena. Almeno l’84% dei cesenati ha ricevuto al 22 novembre una dose di siero anti-covid, percentuale più alta che in Romagna che viaggia con una media dell’82%. Invariata la situazione anche sul resto del territorio: Ravennate all’84% e Forlivese all’85%, mentre il Riminese sale di un punto percentuale, portandosi al 78%. 

Ha completato il ciclo vaccinale l’83% dei cesenati. In Romagna, al 22 novembre le prime dosi (comprese dosi uniche) somministrate nei centri vaccinali aziendali sono state 836.800 (303.836 nella provincia di Forlì-Cesena), mentre le seconde dosi 755.843 (273.771) e le terze 85.867 (31.719). Le dosi somministrate dai medici di base sono 76.083 (29.039 in provincia), mentre nelle aziende 8.038. 

Sono 221 i dipendenti Ausl sospesi perché hanno finora rifiutato il siero (nel bollettino precedente erano 225). A Cesena gli operatori sospesi sono 46, il Ravennate ne ha 75, 69 il Riminese e 31 il Forlivese. Ai 221 non vaccinati vanno aggiunti i convenzionati, che sono 21 (uno nel Ravennate, cinque nel Cesenate e Forlivese e 10 nel Riminese). “Per tutte le categorie la percentuale sul totale del personale è inferiore all’1%”, rimarca l’Ausl.



Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Pilot arrested over disappearance of lacking campers had his 4WD resprayed TWICE

Burglar who escaped from jail pops up on Fb to announce he’s getting engaged