in

245mila euro per 8 comuni della provincia



Auto di servizio, scuolabus e mezzi operativi come trattori, macchine da lavoro o carrelli semoventi: tutti elettrici o ibridi.

È l’esito del bando lanciato nei mesi scorsi dalla Giunta Regionale, su impulso dell’Assemblea, rivolto ai Comuni della pianura e del bolognese coinvolti nel Piano straordinario per migliorare la qualità dell’aria.

Nel complesso sono state finanziate 143 domande: tra queste, anche quelle degli enti che hanno richiesto e ottenuto un doppio contributo, per acquistare due veicoli.

In provincia di Forlì-Cesena sono 8 i Comuni che beneficeranno di quasi 245 mila euro per 11 nuovi  mezzi ecologici: 7 auto elettriche e 4 mezzi operativi elettrici o ibridi benzina/elettrico full hybrid  o hybrid plug in.  

Le auto ecologiche saranno acquistate a Cesena, Cesenatico e Gambettola dove le amministrazioni  municipali riceveranno un contributo regionale di 20 mila euro ciascuna; oltre a Forlì che beneficerà  di 19.612 euro.  

Insieme all’auto, verrà acquistato anche un mezzo operativo a Forlimpopoli e Bertinoro con un  finanziamento di 50 mila euro ciascuno e a Faenza con circa 44 mila.  

A San Mauro Pascoli sarà sostituito solo il mezzo operativo (20.461).  

“L’iniziativa period stata condivisa con i sindaci- spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Irene Priolo- attraverso un serie di incontri dedicati alle misure per dare un taglio alle emissioni, e si è rivelata un successo: sono arrivate numerose domande e di fatto si è esaurita la somma che period stata messa sul piatto, pari a 4 milioni e mezzo di euro. Migliorare la qualità dell’aria è un obiettivo prioritario e riguarda tutti: le amministrazioni municipali hanno colto la portata della sfida e hanno dimostrato di voler fare squadra con la Regione per abbattere le emissioni e ridurre le polveri sottili”.

Nel dettaglio, con circa 2 milioni messi a disposizione dal bando sono in arrivo 106 nuove auto o piccoli bus elettrici fino advert 8 posti a sedere (categoria M1). Il contributo regionale copre fino al 75% della spesa sostenuta, per un massimo di 20 mila euro. L’importo sale a 30 mila euro per due scuolabus elettrici e per i 71 mezzi operativi con alimentazione elettrica, ibrida benzina/elettrico full hybrid o hybrid plug in.



Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Totally vaccinated air passenger contaminated with Covid is discovered lifeless on flight from Turkey to Germany

“Belmonte isolato, vicenda rischia di restare aperta per anni”