in

Abbandono ‘selvaggio’ dei rifiuti, implacabili le foto-trappole: una trentina di sanzioni





Redazione
11 ottobre 2021 15:18






Sono già una trentina, negli ultimi giorni, le sanzioni accertate con le ‘foto-trappole’ per i rifiuti conferiti in modo non corretto oppure abbandonati a fianco del cassonetto, a Gambettola. Si tratta di un’attività di controllo effettuata dalla Polizia locale con la collaborazione delle Guardie ecologiche volontarie che, dopo aver visionato i filmati, segnalano le infrazioni alla Municipale. 


Le infrazioni più frequenti? Abbandonare oggetti voluminosi o scatole fuori cassonetto – fanno sapere dalla Polizia Locale gambettolese – oppure conferire i sacchi dei rifiuti indifferenziati in altri cassonetti come quello degli sfalci e potature. Si tratta di comportamenti frutto, spesso, del non voler effettuare la separazione differenziata dei rifiuti a casa. E così comincia la ricerca di un cassonetto, destinato advert altra tipologia di rifiuto (riciclabile) dove si buttano i rifiuti indifferenziati compromettendone tutto il contenuto. E’ evidente, osserva la Polizia Locale, che il contenuto di un cassonetto destinato agli sfalci e potature parzialmente pieno di immondizia (nel vero senso del termine), difficilmente potrà essere riciclato correttamente. 




“I controlli a tappeto su tutto il territorio sono necessari per fermare i frequenti casi di abbandono di rifiuti, nel rispetto del decoro cittadino e dell’ambiente”, ribadisce il sindaco Letizia Bisacchi. Le telecamere registrano i filmati, anche in ore notturne, poi parte la minuziosa ricerca dei responsabili: a volte grazie alla targa dell’auto utilizzata, ma tante altre volte facendo una ricerca a tappeto confrontando tutte le foto reperibili sulle banche dati dei soggetti residenti in zona. 









Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Giocata una gran partita ma dobbiamo essere più cinici”

Through Autonomia Siciliana, sfregiata l’space dedicata a Emanuela Loi