in

Tumori in età pediatrica, il Teatro Massimo si “tinge” d’oro in sostegno della ricerca 






Redazione

24 settembre 2021 17:20






Nastrini in dono e illuminazione dorata domenica al Teatro Massimo. Alle 20, il monumento simbolo aderisce così alla campagna nazionale “Accendi d’Oro, Accendi la Speranza” di Fiagop Onlus (Federazione italiana associazioni genitori oncoematologia pediatrica), in sostegno della ricerca in oncoematologia pediatrica, sposata dall’Aslti, l’associazione siciliana contro la leucemia e i tumori infantili. Coinvolti anche Cefalù, Campofelice di Roccella e Balestrate, dove, sempre domenica, saranno “illuminate” le sedi dei Comuni. 


La campagna di Fiagop è inserita nell’ambito del “Settembre d’oro mondiale dell’oncoematologia pediatrica – Childhood most cancers consciousness month”, promosso dal community di associazioni di genitori Childhood most cancers worldwide. Il nastrino dorato rappresenta le numerous tipologie di cancro childish, per molti dei quali, nonostante i passi in avanti della ricerca clinica negli ultimi decenni, non esiste ancora una cura. A Palermo, il tatuaggio con il nastrino d’oro, in questi giorni viene donato dall’associazione a tutti i bambini e adolescenti, alle famiglie dei piccoli pazienti, ai medici e agli infermieri dell’unità operativa di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Civico.


“Quest’anno – sottolinea Ilde Vulpetti, direttrice dell’space operativa di Aslti – il focus della campagna è la raccolta di fondi da destinare a cinque progetti di ricerca del bando europeo Combat youngsters most cancers  attraverso le donazioni da destinare alla gara ‘Io corro per loro”, in programma domenica 26 settembre a Milano. Le donazioni sono aperte fino al 30 settembre”. 




I dati sui tumori infantili


Il numero di neoplasie maligne (leucemie, linfomi e tumori solidi) atteso ogni anno in Italia, nella fascia di età 0-19 anni, è di circa 2.200 casi, circa 1400 bambini (0-14) e 800 ragazzi (15.19). Grazie ai progressi compiuti dalla ricerca accademica e clinica negli ultimi decenni, circa l’80% di loro guarirà, ma circa il 20%, circa 440 tra bambini e ragazzi, non sopravvivrà al tumore.









Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Decide guidelines to launch Catalan chief needed by Spain

“Due soli sistemi aeroportuali in Sicilia, dobbiamo ridurre le spese”