in

“Novità fortemente voluta per cittadini e turisti”





Redazione
24 settembre 2021 10:00






Una fontana termale esterna aperta al libero accesso per la cura idroponica è stata inaugurata giovedì a Bagno di Romagna.


Lo storico stabilimento termale Terme di Sant’Agnese di Bagno di Romagna ha installato una fontana termale all’esterno delle proprie mura per consentire a cittadini e visitatori di poter fruire dell’acqua termale che sgorga dalla storica fonte interna allo stabilimento.


Advert inaugurare l’attivazione della fontana period presente il Sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini, che ha voluto che questo servizio venisse riattivato nel centro del borgo termale, al high quality di promuovere e agevolare una delle caratteristiche che differenzia l’offerta termale di Bagno di Romagna.


La fontana di acqua termale esterna alle mura delle Terme Sant’Agnese, che si trova collocata nella “Piazzetta delle Terme”, ove sarà attiva ogni giorno dalle ore 7.00 alle ore 21.00.


L’acqua che sgorga dalla fontana – in forza delle sue componenti chimiche naturali  – è da considerarsi “minerale termale del tipo bicarbonato-alcalina” e produce l’effetto peculiare di eliminare i radicali acidi che si sviluppano quotidianamente nel corpo.


“Si tratta di una novità – ha spiegato il Sindaco – che abbiamo fortemente voluto dopo che ne abbiamo condiviso l’utilità con i cittadini di Bagno. Con questa fontana esterna, infatti, tutti i cittadini ed i visitatori del nostro territorio potranno fruire più facilmente della cura idroponica dell’acqua termale che sgorga dalla fonte storica delle Terme di Sant’Agnese, senza dover necessariamente accedere agli spazi interni della struttura. Oltre all’agevolazione pratica che ne deriva, la fontana facilita anche una maggior promozione della cura idroponica e degli effetti benefici per la salute dell’acqua termale”.




“Questa iniziativa – ha poi spiegato Marco Baccini – seppur possa sembrare un’azione di modesta rilevanza, ha invece richiesto un lavoro impegnativo, per il quale sono stati fondamentali la volontà del Consiglio di Amministrazione delle Terme Sant’Agnese, la competenza e l’impegno del dottor Ivan Garzia, il lavoro dello employees del reparto termale della struttura, quello dei manutentori, la fattiva collaborazione dell’Ausl, in particolare del dottor Giancarlo Bucherini, e dell’Arch. Paolo Marcelli, che ringrazio per aver creduto e seguito l’indirizzo dell’Amministrazione Comunale. Per l’occasione, il dottor Ivan Garzia ha poi ripercorso la storia della cura idroponica di Bagno di Romagna e ne ha messo in evidenza gli effetti benefici, definendola un “elisir di lunga vita”.









Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Covid, in aumento i casi di malattia della trachea: crescono gli interventi all’Ismett

i segreti per eliminarli con i rimedi naturali