in

Check salivari, coinvolte due scuole cesenati nella campagna di screening




Si parte, lunedì 27 settembre, da Reggio Emilia e Forlì: da queste città prende il through in Emilia-Romagna la campagna nazionale di screening nelle ‘scuole sentinella’, per monitorare su base volontaria, attraverso la raccolta e l’esame di campioni molecolari salivari, la diffusione del virus in ambito scolastico.


Dopo l’avvio questo lunedì, si procederà nei giorni successivi – già da martedì a Rimini, mercoledì a Cesena e giovedì a Ravenna – su tutto il territorio regionale: già individuata, in accordo tra Aziende sanitarie e Uffici scolastici, la quasi totalità degli istituti che saranno sede di screening.  


Prima tappa, dunque, in provincia di Reggio Emilia, con tre scuole interessate e oltre 500 studenti coinvolti: a Bagnolo in Piano la scuola primaria “Giovanni Pascoli”; a Novellara la scuola primaria “Don Milani” e a Scandiano la scuola secondaria di 1^ grado “M.M.Boiardo”. Lo stesso giorno la campagna partirà anche a Forlì, nella scuola primaria e secondaria di 1^ grado dell’Istituto comprensivo “Carmen Silvestroni”, con circa 180 studenti coinvolti.


Sempre in Romagna, si procede martedì 28 settembre a Rimini nell’Istituto Comprensivo Fermi (primaria e secondaria di 1^ grado); il giorno successivo, mercoledì 29, sarà la volta di Cesena, con la scuola primaria “Bruno Munari” e la secondaria di 1^ grado “Through Anna Frank”; il 30 settembre, a Ravenna, il monitoraggio interesserà la primaria e secondaria di 1° grado dell’Istituto comprensivo “Vincenzo Randi”.


In fase di definizione il calendario dell’space Ausl Bologna, dove sono già state individuate le scuole: in città, la primaria dell’Istituto Comprensivo 12 through Bartolini e la secondaria di 1^ grado dell’IC5 Testoni-Fioravanti; poi la primaria dell’IC di Sasso Marconi e la secondaria di 1^ grado dell’IC2 Mameli di San Giovanni in Persiceto; infine, a Imola la primaria dell’Istituto Comprensivo 7 through Vivaldi.


In provincia di Modena quattro gli Istituti compresivi individuati: le primarie Giovanni XXIII, Menotti, Anna Frank, Lanfranco dell’IC Modena 1 e le primarie Rodari e Pertini dell’IC Carpi 2; poi la scuola secondaria di primo grado Marconi dell’IC Marconi di Castelfranco e, per l’Istituto Comprensivo Sassuolo 1 centro est, la primaria di primo grado Leonardo da Vinci.


A Ferrara la campagna di screening avverrà nella scuola primaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Alda Costa” e nella primaria dell’IC di Copparo.


Per l’Ausl di Parma le scuole sentinella sono quattro: in città le primarie Fratelli bandiera e Martiri di Cefalonia e la secondaria di 1^ grado Ferrari; a Fidenza la primaria Zani; anche a Piacenza, infine, è in fase conclusiva l’individuazione dei due istituti scolastici che saranno coinvolti.


Nella fase d’avvio, tra scuole primarie e secondarie di primo grado, in regione il campione di studenti che sono coinvolti al momento dai check è di circa 7.000 e potrà essere modificato sula base dell’andamento epidemiologico.




Come prevedono le indicazioni ministeriali, gli aspetti organizzativi su frequenza dei check, strumenti di raccolta del campione di saliva, relative istruzioni e modalità di consegna del campione vengono definiti scuola per scuola e comunicati alle famiglie che accetteranno di partecipare al monitoraggio con una specifica informativa. Alcune Aziende sanitarie, a partire da quella di Reggio che con Forlì fa da apripista, hanno organizzato incontri con le famiglie per illustrare il piano di monitoraggio e la modalità di esecuzione del tampone anche attraverso video dimostrativi. 









Source link

Written by bourbiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Biden tells 60 million Individuals to get booster photographs after CDC director overruled advisers

Crisi delle banche, “Riconosciuto il diritto di due risparmiatori al risarcimento del danno”